#ChiesinaUzzanese. Resoconto del Consiglio Comunale del 24 Luglio 2020.

#ChiesinaUzzanese. Resoconto del Consiglio Comunale del 24 Luglio 2020.

Ieri sera si è tenuto il Consiglio Comunale, nel quale abbiamo approvato alcuni importanti provvedimenti per il nostro paese. Vado a farvi un breve resoconto. Qua l’ordine del giorno completo.

I primi tre punti all’ordine del giorno sono stati 3 verbali di 3 sedute precedenti. Successivamente a questi atti, sono stati approvate 4 delibere inerenti ai miei assessorati.

Variazione di bilancio. Riequilibrio di bilancio.

Con il riequilibrio di bilancio si chiude la prima parte dell’anno del bilancio di previsione. Si certifica, con il parere del revisore dei conti, che le previsioni effettuate, per le entrate e le uscite, sono in linea con quello che si sta verificando. Contestualmente sono state effettuate alcune piccole variazioni da parte degli uffici, soprattutto per tutte quelle spese, o entrate, che non si verificheranno, o non si sono verificate, per via dell’emergenza corona virus.

Interventi agevolativi per le utenze non domestiche coinvolte dalle sospensioni legate all’emergenza epidemiologica da covid-19.

Le attività economiche coinvolte nelle varie sospensioni imposte dai decreti, avranno uno sconto nella bolletta della TARI 2020. Con la sola richiesta, inviata a mezzo PEC entro il 6 settembre 2020, si potrà godere dei seguenti sconti:

⁃ 25% dove il titolare dell’attività economica svolga la propria attività in un fondo in cui paga un canone di locazione;

⁃ 20% a vantaggio dell’utenza, in cui il titolare dell’attività economica svolta la propria attività in un fondo in cui paga un mutuo;

⁃ 15% a vantaggio dell’utenza, in cui il titolare dell’attività economica, svolta l’attività in un fondo di proprietà.

Regolamento per l’applicazione dell’IMU.

Questo nuovo regolamento si è reso necessario con l’unificazione di IMU e TASI sotto lo stesso tributo. Il regolamento, che riprende gli schemi di bozza nazionali, non vede nessuna sostanziale modifica rispetto al precedente. Le uniche due differenze sostanziali sono:

⁃ la possibilità di compensare le somme da rimborsare con altri tributi (es. se ho pagato più IMU posso pagare la stessa quota in meno di altro tributo).

⁃ fissata la quota sotto la quale non si dà luogo alla emissione dell’avviso di accertamento. È fissato in 25€ la quota sotto il quale è antieconomico andare a mandare l’avviso di accertamento.

Approvazione aliquote IMU 2020.

Le aliquote IMU 2020 sono le stesse dell’anno passato, sono state confermate tutte in toto. Per le fattispecie per il quale era previsto sia il pagamento dell’IMU che della TASI, le due aliquote sono state sommate.

Sono due le nuove fattispecie per il quale siamo stati chiamati a definire le aliquote:

⁃ 2,5 per mille per i beni merce, cioè gli immobili invenduti dalle imprese di costruzione

⁃ 0,0 per mille per i fabbricati rurali strumentali, quegli immobili che servono per lo svolgimento dell’attività agricola 

Anche per quanto riguarda l’IMU abbiamo deciso di agevolare alcuni proprietari di immobili. Nello specifico qualora il proprietario degli immobili, concessi con regolare contratto di affitto ad una attività economica che è stata sospesa per mezzo dei decreti, abbia ridotto o annullato con accordo scritto, una o più rate del canone, potrà ridurre, l’aliquota IMU:

⁃ dello 0,5 per mille per ogni mese di riduzione del canone di affitto, soltanto se il canone è stato ridotto di un importo non inferiore alla metà rispetto al dovuto;

⁃ dell’1 per mille per ogni mese di abbuono del canone di affitto.

Naturalmente queste riduzioni di aliquota sono valide solo per l’annualità 2020 e solo sulla quota comunale.

Infine le ultime 3 delibere all’ordine del giorno sono state il rinnovo delle convenzioni per la gestione associata dei servizi con Uzzano. Sarebbero dovute scadere al 31 di Luglio ma, visto lo spostamento delle elezioni comunali, abbiamo deciso di prorogarle fino a fine anno in modo che il prossimo Sindaco di Uzzano abbia il tempo necessario alla riorganizzazione degli uffici.

Condividi su