#ChiesinaUzzanese. Resoconto del Consiglio Comunale del 28 Novembre 2020.

#ChiesinaUzzanese. Resoconto del Consiglio Comunale del 28 Novembre 2020.

Questa mattina si è tenuto il Consiglio Comunale nel quale abbiamo approvato principalmente l’ultima variazione al bilancio 2020 ed altri atti importanti.

Al primo punto all’ordine del giorno, come di consueto, abbiamo approvato il verbale della seduta precedente.

Il secondo punto all’ordine del giorno è stata una comunicazione del Sindaco su un accordo di programma provinciale per l’inclusione scolastica e formativa dei bambini.

Al terzo punto all’ordine del giorno abbiamo approvato lo schema di convenzione per l’affidamento del servizio di tesoreria comunale, modificato rispetto al precedente, visto l’esito deserto della gara. Una delibera molto tecnica: se volete saperne di più contattatemi pure.

Al quarto punto all’ordine del giorno l’ultima variazione al bilancio di previsione 2020 con l’applicazione dell’avanzo di amministrazione. Una delibera importante con la quale andiamo ad investire ulteriori fondi sui lavori pubblici e nel sociale.

Principalmente abbiamo inserito in bilancio 142.000€ di ulteriori trasferimenti dello stato per l’emergenza covid che si vanno ad aggiungere ai 54.000€ già variati. Questi fondi sono stati destinati alla copertura di minori entrate o maggiori spese e avremo la certezza di quanti saranno realmente per il Comune solo l’anno prossimo.

Questi fondi, legati all’emergenza covid, sono stati destinati in questo modo:

  • 40.000€ fondi per riduzione TARI attività causa Covid
  • 28.000€ per le mancate entrate IMU
  • 20.000€ per attrezzature (computer e tenda alle scuole elementari)
  • 10.000€ di strumenti informatici da destinare alla scuola
  • 23.500€ per il sociale (buoni, pacchi, affitti)
  • 20.000€ per lavori pubblici di adeguamento a causa covid.

Oltre a questo sono stati iscritti a bilancio ulteriori 35.000€ di fondi per l’emergenza alimentare: fondi che arrivano da Roma, come avvenne anche ad Aprile, per l’emissione dei buoni spesa a coloro che sono stati colpiti dalle chiusure dei decreti.

Infine sono stati aggiunti nella previsione altri 40.000€ di oneri di urbanizzazione che portano la quota totale di previsione a 150.000€. Infine per gli strumenti urbanistici sono stati destinati ulteriori 7.000€ da avanzo di amministrazione.

L’ultima delibera all’ordine del giorno, il quinto punto, riguarda il bilancio consolidato. Con questa delibera esercitiamo la facoltà di non redigere il bilancio consolidato così come previsto per gli enti della nostra dimensione. (In parole semplici il bilancio consolidato è un bilancio che va ad unire, insieme a quello del Comune, quello delle aziende partecipate dallo stesso rispetto alle proprie quote)

Condividi su